24 Ore di San Martino: stay tuned!

BELLUNO – Appuntamento sabato 14 e domenica 15 ottobre 2017 con la 44esima edizione della gara sull’ora più antica d’Italia: la 24 Ore di San Martino! Manca poco meno di un mese all’appuntamento con il tartan del Polisportivo e già corre spedita l’organizzazione del “villaggio tartarughe” che pian piano prende forma nel dietro le quinte.
 
Tra le prime news si conferma l’iscrizione di due squadre Run&Fun Oltre Team, che scenderanno in pista vestiti con i colori delle rispettive associazioni Gruppo Autismo Belluno e Fibrosi Cistica, perché come sempre lo sport non è fatto solamente di tempi e chilometri.
 
Nota di merito a favore degli atleti che hanno deciso di dedicare la propria ora a chi altrimenti non avrebbe mai potuto partecipare, come i ragazzi affetti da disabilità che in carrozzina prenderanno il via alla manifestazione nelle ore di sabato pomeriggio e domenica mattina!
 
Per quanto inerente il villaggio si stanno apportando le ultime modifiche, ma già si prevede l’installazione di una cucina con annessa area ristoro, spogliatoi per gli atleti, un’area massaggi con personale specializzato e un angolino riservato alla Belluno Urban Marathon per potersi iscrivere o ricevere informazioni in merito alla competizione sportiva del 29 ottobre.
 
“Siamo contenti di questa collaborazione intrapresa nel 2017 con l’associazione Run&Fun Oltre Team” commenta Flavio Mares, presidente dell’associazione Gruppo Autismo Belluno, “perché viviamo lo sport quale argomento fondamentale per l’integrazione tra il mondo della disabilità e il mondo dei normo dotati. Proprio in merito al tema si terrà sabato 7 ottobre un convegno dal titolo Scuola e sport: contesti per integrare. La nostra Associazione è formalmente costituita da soli 12 mesi ma il Gruppo di genitori opera fin dal 2014, tant’è vero che quello del 7 ottobre sarà il nostro terzo convegno. Invitiamo tutti a seguire le nostre iniziative sia sul sito che sulla pagina di Facebook Gruppo Autismo Belluno e, soprattutto, a partecipare attivamente alle nostre iniziative finalizzate alla vera integrazione delle persone da noi rappresentate”.
 
Mi raccomando di tener d’occhio il “Corridore Misterioso” che prenderà il via con la squadra Run&Fun Oltre Team – Fibrosi Cistica… chi sarà mai? Ve lo sveliamo nella prossima puntata!
 
Ma adesso basta con le news… altrimenti i prossimi giorni di cosa parliamo? E allora forza ragazzi, scaldate i motori, allacciate le scarpe, oliate i pistoni, indossate le vostre divise e visto che siete arrivati fino a qui, correte… correte più forte che potete, perché mancano pochi giorni al grande evento!
 
A seguire riportiamo i nominativi delle tartarughe che scenderanno in pista “per una giusta causa”.
 
  • Gruppo Autismo Belluno: Poloni Elena, Abbatista Giovanni Luca, Della Lucia Paola, Fistarol Loretta, Stella Cristina , Dragoni Giampietro, De Col Mattia, De Cesero Nicola, Stoka Vittorio , Bortoluzzi Lara, Mellere Alberto, Dal Mas Sandro, Pinto Danilo, Tamburlin Massimo, Olivo Christian, Brandolin Manuela, Lazzarini Daniela, Curto Graziano , Romano Accursio, Piaz Graziosa, Fantato Alessandro, Dal Magro Beatrice, De Toffol Sergio , Comiotto Nadia. Riserve: Dal Borgo Renata e Cariani Simona. 
  • Fibrosi Cistica: Grigoletto Andrea, Brustolon Martina, Dal Farra Enrico, Corridore Misterioso, Nicolini Giangiacomo , Guidolin Riccardo, Foppa Riccardo, D’Angelo Mauro, Longoni Francesco, Dotta Denis, Botteselle Paolo, Rumor Elisabetta , Zanninello Giorgio, Da Via Marco, Crescimone Claudio, Zammatteo Manuele, Casagrande Damiano, Cason Stefano , Zerbinati Daniele, Rosso Matteo, Usai Marco Antonio, Righi Riccardo, Pagliaro Francesco, Andrich Alessandro. Riserva: Conte Cipriano.
STORIA DELLA MANIFESTAZIONE – È rimasta la gara sull’ora più antica d’Italia, ininterrottamente organizzata dal 1974 sull’esempio di quanto veniva, allora, promosso all’Arena di Milano ed al “campo scuola” di Verona. La “Maratona di San Martino” nasceva 44 anni fa essenzialmente come momento di protesta verso la situazione in cui tutti gli sport (eccezion fatta per il calcio allora in serie C con la squadra cittadina) giacevano nella città di Belluno: carenza o assenza di impianti adeguati, strutture fatiscenti ed orari impossibili per utilizzarle. Furono, allora, 24 atleti tra i principali protagonisti dell’atletica bellunese (allora espressione, essenzialmente, di mezzofondo e “marcia in montagna”) ad essere protagonisti nella prima edizione, avviatasi alla vigilia della festa del Santo Patrono della città (San Martino), forzando l’ingresso allo stadio “polisportivo”, subito dopo una partita casalinga del Calcio Belluno. Da quell’ edizione, decisamente singolare e “naif”, la “Maratona di Martino” si è ben presto strutturata nell’attuale formula, prevedendo già alla terza edizione la partecipazione di squadre organizzate ( allora erano sette), tutte provenienti dalla città e dall’immediata periferia.

Be the first to comment

Rispondi